NanoDroid – Recensione Completa, Specifiche Tecniche e Prezzo

Finalmente lo Staff di TuttoApp Android è lieta di presentare una bellissima collaborazione concretizzatasi con lo store online Endrena.com che ci permetterà di testare per voi moltissimi Smartphone e Tablet importati dalla Cina e che hanno dalla loro parte un ottimo rapporto qualità\prezzo.

Dopo avervi recensito in anteprima lo smartphone no logo THL W100 inviatoci da Endrena, abbiamo il piacere di recensire per voi il NanoDroid con caratteristiche tecniche da vero Top di gamma.

INDICE:


CARATTERISTICHE TECNICHE NANODROID:

Non sempre gli acquirenti di uno smartphone controllano le caratteristiche tecniche di un device, ma a nostro avviso è importantissimo se non fondamentale conoscere a fondo il device e le sue caratteristiche tecniche per non rischiare di prendere dei bidoni. Ma torniamo a noi. Il Nanodroid è composto da:

  • Display da ben 5″ HD (720×1280)
  • Processore QuadCore ARM Cortex-A7 da 1.2 Ghz
  • 1.5 GB di memoria interna espandibile tramite microSD fino a 32 GB
  • Dual-SIM
  • Fotocamera posteriore da 13 Mpx e Fotocamera Anteriore da 3 Mpx
  • Batteria da 2800 mAh
  • Android 4.2.1 pre-installato e non più aggiornabile (per vie ufficiali)

Un buon telefono per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo anche se non si fa mancare qualche difetto che vedremo in seguito. Intanto abbiamo effettuato un BenchMark con Antutu. Il risultato è stato abbastanza soddisfacente restituendo come risultato il valore 13050, molto vicino al Galaxy S3 e al Nexus 4.

NanoDroid

BenchMark con Antutu – Copyright TuttoApp-Android.com

 


UNBOXING:

La confezione del NanoDroid è molto semplice e compatta in linea anche con altri smartphone Android di produttori noti e contiene l’essenziale di cui abbiamo bisogno: lo smartphone NanoDroid, caricabatterie da muro, cavo USB per collegare sia il telefono al PC che al caricabatterie, normalissime cuffiette stereo con clips e pulsantino per rispondere alle chiamate e microfono, e ben 2 batterie da 2800 mAh. A differenza del THL W100 non è corredato da pellicola per lo schermo.

NanoDroid

Confezione NanoDroid – Copyright TuttoApp-Android.com

 

La batteria è grande e molto capiente (2800 mAh) anche se non ci fornisce delle prestazioni eccezionali nell’uso quotidiano del device.

NanoDroid

Batteria NanoDroid da 2800 mAh – Copyright TuttoApp-Android.com

ESTETICA E QUALITÀ:

Lo smartphone è completamente in plastica ed è assemblato molto bene. Infatti non percepisco alcuno scricchiolio nel maneggiare il device. Risulta un po difficile invece aprire la cover sul retro per inserire la batteria, le SIM o la microSD, ma con un po di attenzione riesco nel mio intento.

Nella parte superiore del terminale abbiamo il classico Jack da 3.5 mm per le cuffiette; sul fianco sinistro invece ci sono i tasti per il volume in metallo e sulla fiancata destra invece è presente il tasto di accensione dello stesso materiale; invece nella parte inferiore del device troviamo la fessura per il cavo microUSB e quindi anche per il caricabatterie e il piccolo microfono; sul retro invece abbiamo la fotocamera da 13 Mpxl con flash LED, un elegante scritta “Android” e più in basso l’altoparlante; nella parte anteriore dello smartphone invece oltre al grande display da 5″, abbiamo nella parte superiore una piccola fotocamera da 3 Mpxl con il sensore di prossimità, mentre nella parte inferiore troviamo tre soft touch per l’interazione con il device (tasto indietro, home e menù); su entrambi i lati è presente anche una strisci di metallo che aiuta ad impugnare meglio il dispositivo e ad evitare che ci scivoli dalle mani.
Purtroppo è assente un tasto dedicato al task-killer integrato in Android 4.0 di cui mi ero abituato sul mio Nexus 4.

NanoDroid

Display NanoDroid – Copyright TuttoApp-Android.com

NanoDroidNanoDroid

NanoDroid

Retro NanoDroid – Copyright TuttoApp-Android.com

NanoDroid NanoDroid


PRIME IMPRESSIONI:

La prima volta che accendo lo smartphone mi aspetto il classico Wizard Iniziale a cui ci hanno abituati nel mondo Android, invece non abbiamo niente di tutto ciò, ma la nostra interfaccia iniziale oltre ad essere localizzata completamente in Inglese, ci troviamo dinanzi direttamente la HomePage con alcuni Widget inseriti e alcuno ShortCut sul Desktop.
Ma per fortuna tutto è risolvibile. Le prime operazioni da effettuare sul NanoDroid è andare nelle impostazioni di sistema, attivare il Wi-Fi ed inserire la nostra chiave se abbiamo una rete criptata. Successivamente ci spostiamo sul Tab Account e poi su Language & Input. Entriamo in Language e selezioniamo la nostra lingua madre. Infine se abbiamo selezionato come lingua l’Italiano, torniamo indietro e selezioniamo Aggiungi Account per inserire un account Google o registrarne uno nuovo. Una volta che ci siamo loggati, finalmente possiamo iniziare seriamente a smanettare con lo smartphone.


DISPLAY:

Il Display è uno dei punti forti di questo dispositivo. Certo, non possiamo di certo paragonarlo al display che monta il Galaxy S4, ma per un telefono che ne costa un terzo certamente ha il suo buon effetto. Display abbastanza grande con una diagonale di 5“, come l’LG Optimus G. Ha una risoluzione HD (720 x 1280) e i colori sono molto brillanti con la luminosità al massimo. Se impostiamo invece la luminosità automatica abbiamo difficoltà a guardare lo smartphone con la luce solare, poiché il sensore di luminosità non ha una risposta rapida al cambiamento.

NanoDroid

Sfondo NanoDroid – Copyright TuttoApp-Android.com

NanoDroid


FOTOCAMERA:

La fotocamera posteriore del NanoDroid è di 13 Mpxl (valore nominale) e le foto sono di buona qualità, ma non eccezionali come si potrebbe credere, poiché il sensore non è di alta qualità. Anche lo scatto non è immediato sia in situazione di luce naturale che con luce scarsa. Di notte le foto purtroppo soffrono di rumore ed il flash non aiuta ad ottenerne di migliori.

NanoDroid

Fotocamera Posteriore – Copyright TuttoApp-Android.com

 

La qualità della fotocamera anteriore è molto buona nel caso di video-chiamate, ma un po meno nel caso ci volessimo scattare delle foto. Il Sensore è da 3 Mpxl.

Il software della fotocamera è anch’esso personalizzato dal produttore e  contiene diverse features interessanti come il riconoscimento del volto, una funzione che non ho provato e che si chiama abbellimento del volto ed altre che lascio scoprire a voi.

Di seguito vi lascio alcune foto scattate:

NanoDroidNanoDroidNanoDroidNanoDroid


AUDIO:

L’altoparlante principale dello smartphone purtroppo è posizionato nella parte inferiore del retro della scocca. Dico purtroppo perché come prodotti con l’altoparlante sul retro, quando poggiamo lo smartphone su una superficie, l’audio viene attutito di molto e quindi può succedere di perderci qualche chiamata.

L’audio non è pompato al massimo e quindi otteniamo un buon suono sia quando ascoltiamo la musica, sia quando facciamo una chiamata utilizzando il vivavoce.
Discorso che cambia quando facciamo una chiamata normale, l’audio è molto basso e spesso non capisco cosa mi ha detto l’altra persona che è costretta a ripetere. Invece il microfono sembra funzionare molto bene.

NanoDroid

Altoparlante – Copyright TuttoApp-Android.com

 


BATTERIA:

Come abbiam detto nella sezione Unboxing, nella confezione del NanoDroid troviamo due batterie con lo stresso amperaggio da 2800 mAh. Il produttore garantisce la durata di ben 72 ore di autonomia in stand-by e 4 ore di utilizzo con schermo acceso alla massima luminosità.
Il nostro utilizzo è esattamente una giornata tipo di un utilizzatore di smartphone Android: 2 caselle e-mail, alcuni servizi di messaggistica sincronizzati in push (Facebook messenger, whatsapp etc), molta navigazione web e molto ascolto di musica. Con un utilizzo intenso dello smartphone il risultato non è stato dei migliori, arrivando alle 19:00 con il 5% di batteria e 1.5 ore di schermo acceso. Invece con un utilizzo moderato si è arrivati tranquillamente a sera e ricaricando lo smartphone con ancora circa il 40% della carica residua.
Ricordiamoci sempre e comunque che il NanoDroid è corredato di doppia batteria e che quindi se un giorno che rimaniamo fuori casa più a lungo, difficilmente rimarremo a corto di energia.


SOFTWARE:

ROM STOCK:

La versione di Android è la 4.1.2 non aggiornabile.
Offre diverse App già preinstallate nel sistema e che ci renderanno la vita un po più comoda nell’uso giornaliero del device. Oltre alle applicazioni di Google abbiamo un app per effettuare il backup ed il ripristino del device senza bisogno di root, un utile file manager, un notebook, la Radio FM, MoboPlayer, un App per la torcia e IMDb per sapere tutto sui film.
L’interfaccia ricorda molto la TouchWiz di Samsung sia per quanto riguarda il Launcher che le icone.

NanoDroid

SCHERMATA DI SBLOCCO:

Mentre il resto del dispositivo è stato personalizzato dal produttore, la schermata di sblocco è rimasta invariata ed usa il tema Holo di Android 4.x. Non è possibile personalizzare le scorciatoie nella schermata di sblocco, ma è presente una feature molto interessante che permette di sbloccare il device utilizzando la propria voce e devo dire che funziona molto bene.

FLUIDITÀ:

Il punto debole di questo dispositivo è proprio la fluidità, poiché il sistema va spesso a corto di memoria RAM e quindi tutto il sistema diventa spesso laggoso. Si può ovviare a questo problema per fortuna utilizzando un task killer scaricabile dal PlayStore per liberare RAM.

AVVIO RAPIDO:

Uno dei problemi degli smartphone attuali è proprio l’avvio del device molto lento. Con il NanoDroid questo problema è superato perché andando in “Accessibilità“, possiamo selezionare la casella “Avvio Rapido” e il nostro terminale in qualche secondo viene avviato. Niente più perdite di tempo dunque.

RADIO FM:

C’è pochissimo da dire. L‘app della radio crasha all’apertura.

BROWSER:

Il Browser presente su questo smartphone è quello tradizionale di Android Stock.
Purtroppo anche qui abbiamo notato alcuni lag durante lo scrolling delle pagine web visitate, ma niente di trascendentale visto che possiamo installare altri browser come Chrome.
E’ presente il classico ridimensionamento delle pagine con doppio tap.

ACCENSIONE E SPEGNIMENTO AUTOMATICO:

Altra funzione interessante del NanoDroid è la possibilità di impostare l’accensione e lo spegnimento automatico dello smartphone. Andando in “More” –> “Programma Accensione/Spegnimento“, possiamo impostare un ora in cui il device viene spento o riacceso automaticamente all’ora impostata. Così possiamo volendo impostare la sveglia e spegnere il device.

GAMING:

Il NanoDroid monta una GPU PowerVr SGX540. Abbiamo testato per voi sul NanoDroid il gioco Real Racing 3 di EA. Il gioco è molto pesante, quindi utili per testare bene la potenza di un processore grafico. Dobbiamo dire lo smartphone si è comportato molto bene e non ci sono stati eccessivi cali di frame, e solo in sporadici momenti, in situazioni confusionarie, sono avvenuti alcuni crash che ci hanno costretto all’estrazione preventiva della batteria.

DUAL SIM:

Come ogni telefono proveniente dal sol levante che si rispetti, anche il NanoDroid è uno smartphone Dual Sim. Questa parte è sicuramente il surplus di questo device. La gestione delle SIM è una delle migliori mai provate anche su smartphone di marche conosciute come Alcatel.
Per ogni scheda è possibile scegliere un colore diverso, e per ogni operazione che si vuol fare, è possibile in ogni modo selezionare la scheda SIM che vogliamo. Inoltre possiamo scegliere con quale scheda SIM abilitare il collegamento DATI. Unica pecca è che non è possibile ricevere contemporaneamente chiamate da entrambe le schede SIM.

NanoDroid NanoDroid


Un rapido confronto con smartphone di livello più alto:

NanoDroid


CONCLUSIONE:

Il NanoDroid, dunque si è rivelato uno smartphone abbastanza buono ed interessante per la fascia di prezzo a cui è venduto, soprattutto per due fattori: la fantastica gestione del DUAL SIM e il bel display da 5″ HD che personalmente piace molto. Purtroppo di contro c’è la non corretta gestione della RAM, che purtroppo provoca dei fastidiosi LAG; le foto che con scarsa luce non vengono ottimali nonostante la fotocamera da 13 Mpxl; l’interfaccia che può piacere o meno, ma io personalmente avrei preferito che fosse installato Android puro come sui dispositivi Google Nexus; la non possibilità di aggiornare la versione Android se non con il modding.

VOTI:

  • Ergonomia: 7
  • Hardware: 7.5
  • Materiali: 7
  • Display: 8
  • Fotocamera: 6
  • Audio: 6
  • Batteria: 6.5
  • Software: 6.5
  • User Experience: 7

GIUDIZIO FINALE: 7


Se comunque questo smartphone (che ripeto ha un prezzo davvero contenuto per le sue caratteristiche tecniche) è di vostro gradimento, è possibile effettuare l’acquisto su Endrena.com (LINK) con una di garanzia del produttore.

[themepacific_box color=”blue” text_align=”left” width=”100%”]
Purtroppo Endrena.com ci ha avvertiti che lo smartphone NanoDroid non è più in produzione e quindi non è più possibile la vendita.[/themepacific_box]

NanoDroid – Recensione Completa, Specifiche Tecniche e Prezzo ultima modifica: 2013-07-23T10:00:15+00:00 da Mirko Fuschi

migliori servizi AndroidMigliori rubriche e servizi offerti da Tuttoapp-android:
A) Pubblicizzare applicazioni in maniera professionale ed efficiente;
B) Migliori smartphone Android (con prezzi aggiornati ogni 5 ore);
C) Migliori tablet Android.

Mirko Fuschi

Classe 86, amante della fantascienza e terribilmente Geek fino al midollo. E' un videogiocatore all'occorrenza, ama il Sistema Operativo Android ed è il fondatore di TuttoApp Android insieme all'amico GioFe86.

Potrebbero interessarti anche...

Shares