Shift: il gioco in bianco e nero

Shift

Un incantevole musichetta da pantera rosa ci accoglierà in questo remake di un gioco in bianco e nero intitolato Shift.

Shift era nato origirariamente per come un gioco web progettato da Antony Lavelle a Armor Games e aveva il nome di maiusc. Solo per noi androidiani oggi questo gioco è stato riportato come apk con il titoloSshift.

Shift è un puzzle di avventura che sfrutta dei comandi semplici. Vestiremo i pani del soggetto 32763 e saremo intrappolati in un esperimento. il nsotro scopo è trovare l’uscita.

Dai dati raccolti dalla Handmark più di 10 milioni dipersone giocano a questo puzzle game simpatico e intelligente. Chi ha giocato a Echochrome (un videogioco rompicapo sviluppato da JAPAN Studio per PlayStation Portable ) avrà più o meno capito il genere. Shift consta di 40 livelli con uno stile elegante, ma minimalista. Dovrete usare i tasti destra sinistra per muovere il personaggionel lungo livello e per saltare bisognerà utilizzare la freccia in alto che comparirà solo se muoverete il personaggio. Dopo un paio di livelli di prova entrerete nel vero gioco in cui dovrete saper padroneggiare l’arte dello shifting ossia dovrete passsare dal bianco al nero per risolvere il livello nel minor tempo possibile. Più sarete veloci prima scoprirete cosa sta succedendo.

shift game 1

Provatelo e immedesimatevi nel personaggio magico di questo gioco, non ve ne pentirete 🙂

ecco il box:


logo-app
App Name
Developer
Free   
pulsante-google-play-store
pulsante-appbrain
qrcode-app

Enjoy 🙂

Shift: il gioco in bianco e nero ultima modifica: 2013-05-07T12:59:15+00:00 da Fabrizio Varelli

migliori servizi AndroidMigliori rubriche e servizi offerti da Tuttoapp-android:
A) Pubblicizzare applicazioni in maniera professionale ed efficiente;
B) Migliori smartphone Android (con prezzi aggiornati ogni 5 ore);
C) Migliori tablet Android.

Fabrizio Varelli

La mia passione per il mondo del modding nasce in tempi lontanissimi con l’aquisto di un vecchio ma caro samsung star avente ancora OS proprietario; ma poi, con l’avvento del mondo android, questa passione si è trasformata in una vera e propria “droga”. Con l’esperienza accumulata non riesco a staccarmi dalla tecnologia rendendo essa l’unica (ma non sola) ragion di vita portandomi ad iscrivere alla facoltà d’ingegneria elettronica cercando di inseguire il sogno della mia vita: Google.

Shares