Wiko Darkfull Hell

Darkfull-Hell-Wiko

Fino a poco tempo fa era del tutto sconosciuto ma in Francia è il terzo produttore di smartphone.

Wiko ha deciso di fare colpo sul mercato con una nutrita schiera di prodotti. Proviamo a conoscere il top gamma Darkfull Hell, che a dispetto del nome tenebroso è uno smartphone per tutti, anche grazie al supporto dual SIM.

La confezione di Darkfull Hell (lo chiameremo solo Darkfull) è molto intrigante nel suo contenuto, ma anche nella relativa costruzione.

E’ realizzata in plastica rigida, ricorda in parte la confezione di alcuni famosi prodotti Apple e condivide con questi alcuni recenti problemi.

All’interno della confezione troviamo la manualistica, un cavo USB-microUSB piatto (anti-intrecciamento), un paio di cuffie in-ear (sempre con cavo piatto), l’alimentatore italiano e anche degli ottimi adattatori: da nano-SIM a microSIM e da micro-SIM a SIM normale.

Qualcosa di molto di più di quanto in molti si sarebbero mai aspettati. Lo smartphone ha un aspetto gradevole, anche se non perfettamente accattivante per l’originalità del design. In ogni caso dal punto di vista costruttivo è ottimo e la parte posteriore è in alluminio in grado di conferire una sensazione di qualità al tocco e nel complesso il peso è abbastanza contenuto (136 grammi). L’unica cosa da segnalare è l’eccessiva scivolosità, data la grande sottigliezza e i materiali particolarmente lisci. E’ davvero importante sapere come questo sia uno smartphone dual SIM e come tale le sue specifiche tecniche sono ad oggi un vero balzo in avanti.

Il processore è un quad core Mediatek da 1,5 GHz, congiuntamente segnaliamo 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, che però non sono espandibili in alcun modo. E’ in grado di supportare le chiavette USB tramite adattatore. La connettività dati è HSUPA fino a 42.2 Mbps ed è possibile scegliere quale delle due SIM far connettere in 3G. Il Wi-Fi è b/g/n e il Bluetooth è alla versione 4.0. Manca NFC (come in tutti i dual SIM) e anche un uscita video via cavo.

Non essendo pensato e installato un  miracast non è quindi possibile in alcun modo collegarlo ad un televisore.

Lo speaker è buono, è posizionato sul retro, dove non viene certo favorito se poggiato su di un piano. La fotocamera è da 13 megapixel e ha un doppio led flash, che però tende a produrre le foto bianche.

La quantità di dettagli è decisamente buona tanto da rendere la fotocamera di questo Darkfull Hell probabilmente la migliore (o una delle migliori) viste su di un dispositivo dual SIM.

Il software è decisamente più completa della sua concorrenza e, al netto di qualche funzione  un po’ rivista offre alcune funzionalità avanzate come il fotosphere, la creazione di foto animate o l’HDR.

Niente per cui emozionarsi in sostanza, ma, sicuramente, niente per cui rimanere delusi.

I video vengono girati a 1080p (per la precisione a 1088p). Lo schermo è un TFT da 5 pollici con risoluzione full HD.

E’ un traguardo davvero molto importante per il mondo degli smartphone dual SIM, spesso svenduti a risoluzioni inferiori.

Nonostante non presenti particolari marchi o indicazioni di nessuno genere, lo è molto luminoso (luminosità gestita bene in automatico) e con degli ottimi angoli di visione.

Decisamente buono il compromesso fra neri abbastanza neri e colori comunque abbastanza accesi.

Lato software non ne sono presenti in questo Darkfull, per chi già conosce Android

Le icone sono state modificate e tra i tasti rapidi nella barra delle notifiche presentano delle voci aggiuntive, come i profili audio o il timeout dello schermo.

Non si può accedere dai tasti touch direttamente a Google Now, ma occorre creare una scorciatoia sullo schermo.

Tra i pochi programmi aggiunti da Wiko è presente un software per gestire le cose da fare, Asphalt 7 completo, un software peri il backup ed il riprisitno dei dati e un file manager. Buona la gestione delle due SIM, anche se non differente dagli altri prodotti Mediatek.

La navigazione web è alquanto buona anche grazie al processore mediatek quad core, molto  ben ottimizzato per quasi tutte le operazioni più classiche

Il lettore audio è quello stock di Android non idoneo, per fortuna è presente sul mercato Play Music ideale come sostituto.

E’ presente la radio FM, il registratore di suoni e anche un player video dedicato, che supporta anche i video a 1080p.

L’autonomia della batteria da 2000 mAh con un utilizzo a due SIM si attesa nella stessa fascia deimonoSIM, confermando ancora una volta come questi processori Mediatek stiano facendo piano piano la differenza dal punto di vista delle prestazioni energetiche.

Il prezzo di Wiko Darkfull è di 279€, perfettamente nella media dei dispositivi dual SIM e, anzi, molto inferiore a parità di specifiche tecniche.

Wiko è partita con il turbo nel nostro paese. Darkfull è un prodotto completo, potente e che si discosta in modo decisamente concreto da altri prodotti così detti cinesi.

l servizio offerto da Wiko è davvero allettante.

Riparazione e sostituzione dello smartphone entro 72 ore dalla ricezione da uno dei 182 punti di raccolta. Tornando allo smartphone: non è perfetto, ma se il vostro budget coincide, Darkfull sarà per voi probabilmente un ottimo dispositivo dual SIM.

Il benchmark è molto elevato con dei risultati davvero sorprendenti che anche i specialisti del settore ne sono rimasti colpiti e meravigliati.

Stiamo parlando di un nuovo prodotto tecnologico destinato a cambiare il mercato degli smartphone. Cosa ne pensate?

Wiko Darkfull Hell ultima modifica: 2014-01-22T22:43:40+00:00 da Stefano P

migliori servizi AndroidMigliori rubriche e servizi offerti da Tuttoapp-android:
A) Pubblicizzare applicazioni in maniera professionale ed efficiente;
B) Migliori smartphone Android (con prezzi aggiornati ogni 5 ore);
C) Migliori tablet Android.

Stefano P

Nato a Marino, come tanti, attualmente studente universitario diviso tra tante passioni ed altrettanti obblighi che poco s'incastonano tra loro: cuore da sportivo, sia dentro che fuori dai campi, e testa da perfezionista. Iscritto alla facoltà di "Ingegneria" di Roma Tor Vergata dedico il poco tempo a disposizione ad una grande passione, la scrittura, e chissà..magari si scoprirà che è questa la mia vera strada.

Shared