GuideModding

Come utilizzare l’ADB Sideload [GUIDA]

sdk-cube

A tutti noi smanettoni è capitato almeno una volta di brikkare il nostro dispositivo, un flash fatto in modo affrettato, uno zip sbagliato… Con le nuove memorie a partizionamento dinamico il problema sui è aggravato notevolmente in quanto non è possibile accedervi con il terminale spento o comunque in modalità non convenzionali (recovery, bootloader ecc).Ci accorre quindi in aiuto l’ADB Sideload che permette di “iniettare” un zip a nostra scelta nella memoria, per poi flasharlo subito dopo.

Ma vediamo come utilizzarlo.

Innanzitutto abbiamo bisogno diell’Android SDK, scaricabile da QUI

Avremo anche bisogno dei driver del nostro dispositivo, di solito installabili tramite il relativo software di gestione. Nel caso di HTC, HTC Sync, nel caso di Samsung, Kies ecc…

 

 

Assicuriamoci inoltre di avere una recovery che supporti il Sideload.

  • Clockworkmod 6.0.0 e superiori
  • TWRP 2.2 e superiori

Una volta scaricato ed estratto l’sdk nella root di C:/ (l’hard disk o la partizione dedicata al sistema operativo), rinominiamo la prima cartella dello stesso in “antools

Spostiamo ora il file che vogliamo inserire nel dispositivo al seguente percorso “C:/antools/sdk/platform-tools”

Premiamo il tasto “start” e scriviamo nella barra di ricerca (esegui per win xp, inferiori e win 8) “cmd” seguito da invio.

Nella inquietante finestra nera scriviamo i seguenti comandi:

  • CD..
  • CD..
  • CD antools
  • CD sdk
  • CD platform-tools

Impostiamo in nostro terminale in modalità sideload dalla recovery e scriviamo sempre nell’inquietante chermata nera

  • adb devices

A questo punto il server adb verrà avviato e restituirà subito dopo una lista dei dispositivi collegati e pronti a ricevere, come nella foto qui sotto

devices2

Se il nostro dispositivo viene rilevato possiamo passare allo step successivo, ovvero dare il comando di sideloading

  • adb sideload “NomeDelFileSenzaVirgolette”

Ricordiamoci di inserire l’estensione del file, solitamente zip

Ora la nostra recovery ci chiederà se flashare il nostro file ed eseguire i consueti wipe

Complimenti, vi siete appena salvati il sedere 😉

Articoli correlati

19 Commenti

    1. Caro utente,

      mi scuso tanto per il ritardo nella risposta.
      Non ho mai avuto bisogno della guida in questione ma credo che debba solo estrarre/installare (gli archivi rar o i files exe) nelle destinazioni indicate nella guida.
      In ogni caso, se ancora non ha risolto il suo problema, può segnalarmelo affinché possa girare la domanda a Riccardo D’Alessio, editore della guida.
      In attesa di una sua risposta, le auguro un felice anno nuovo,

      Giovan Giuseppe Ferrandino
      Admin http://www.TuttoApp-Android.com

    1. sono Francesco, quello del commento precedente, può essere che mi dia installation aborted perchè non ho il debug usb attivato?

  1. ciao, ho seguito il tutto, e purtroppo non mi sono salvato il sedere. una volta che il trasferimento arriva al 100% mi scrive installation aborted. sigh che faccio? sbaglio forse firmware?

      1. Solitamente quell’errore lo da quando il pacchetto è sbagliato o la recovery non è aggiornata. Prova prima a vedere se c’è una versione più recente della recovery e flashala da fastboot tramite il comando “fastboot flash recovery nome-della-recovery.img”

  2. salve. ho uno xiaomi mi2s. procedendo come da guida purtroppo non trova il devices (la lista è vuota).
    il mio recovery è clockworkmod v6.0.3.2
    che faccio???
    grazie

    1. la root detta anche radice è la “base” di una unità di storage in pratica se hai un hard disk che si chiama C la root è C:

      1. Nel caso dei dispositivi Samsung il procedimento è diverso. Bisogna flashare un pacchetto della ROM ufficiale tramite Odin che contiene anche la recovery stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button