Recensioni tech

Amazon Fire TV Stick vs Xiaomi Mi TV Stick: differenze e confronto

Le smart TV diventano sempre più popolari con tantissimi modelli lanciati sul mercato ogni anno. Noi abbiamo parlato, a tal proposito, delle migliori smart tv Android, che ci sentiamo di consigliare per l’ottima combinazione di pannelli di qualità ad un sistema operativo dinamico come può essere Android ottimizzato per tv.

Tuttavia, ovviamente, ci sono molte persone che non sono disposte o addirittura in grado di investire in un prodotto del genere per il suo prezzo, che non sempre risulta molto invitante.

Per questo motivo le tv stick stanno avendo un grande successo così come i tv box Android.

In questo segmento di mercato si inserisce bene Xiaomi che ha presentato, di recente, il suo Mi TV Stick, che è in grado di portare il sistema Android sulla nostra comune televisione a schermo piatto per completarla con alcune funzionalità “smart”.

E questo prodotto finisce per competere con l’Amazon Fire TV Stick, una soluzione similare proposta dal colosso americano. Se hai dubbi circa la scelta, voglio proporti su Tuttoapp-android un confronto tra questi due TV Stick per mostrare quali siano le principali differenze tra loro. Scopriamolo subito!

Design e telecomando

Per quanto riguarda le finiture, non ci sono molti dettagli da rilevare nei due prodotti, ma le loro dimensioni sono leggermente diverse. Il Fire TV Stick di Amazon ha le seguenti dimensioni: 85,9 mm (lunghezza) x 30,0 mm (altezza) x 12,6 mm (spessore).

Amazon fire tv stick

Sull’Amazon Fire Stick troverai, oltre all’uscita HDMI, una porta micro USB per alimentarlo, che si trova su un lato e che sarà rivolta verso l’alto quando il dispositivo è collegato o in uso. 

A sua volta, il telecomando del dispositivo risulta essere abbastanza semplice e presenta solo pulsanti multimediali o di navigazione, quindi non ha pulsanti per servizi popolari come Amazon Prime Video stesso (in foto il modello originario di Fire Stick). Oggi, invece, abbiamo almeno tre versioni di Fire Stick in commercio su Amazon e tutti i telecomandi presentano anche il pulsante per attivare i comandi vocali nonché quello per regolare il volume.

Lo Xiaomi Mi TV Stick è, invece, leggermente più grande e ha le dimensioni di 92,4 mm (lunghezza) x 30,2 mm (altezza) x 15,2 mm (spessore). Come il prodotto Amazon, anche il Mi TV Stick ha solo un’uscita HDMI e una porta micro USB per l’alimentazione. 

Il suo telecomando è più completo e funziona sicuramente meglio poiché, sebbene abbia un aspetto minimalista come quello del concorrente, porta scorciatoie per Netflix, Amazon Prime, un microfono integrato, che ti consente di utilizzare i comandi vocali tramite Google Assistant, e un tasto per regolare il volume.

Xiaomi tv stick

In definitiva, per quanto concerne questo primo punto, entrambi i dispositivi sono molto simili e il design, in un prodotto del genere, finisce per contare poco. 

Il telecomando, invece, è già un elemento molto più importante e, in tal senso, Xiaomi ha presentato un prodotto migliore.

Specifiche tecniche a confronto

Un altro aspetto in cui questi due dispositivi sono molto simili tra loro è nella scheda tecnica. Qui, vale la pena ricordare, prima di iniziare il confronto, che questi stick sono quasi dei dispositivi di input destinati alla riproduzione di contenuti Full HD. Non aspettatevi, pertanto, di vedere al loro interno processori premium o capaci di svolgere attività molto pesanti.

Il Fire TV Stick di Amazon, almeno nel suo modello base originario, veniva fornito con un processore Quad-core di MediaTek con frequenze intorno a 1.3 GHz, GPU Mali 450, 1 GB di RAM e 8 GB di spazio di archiviazione. Il suo Wi-Fi è dual band secondo lo standard 802.11a / b / g / n / ac, il che significa che può connettersi a reti a 5 GHz. A sua volta, il tuo Bluetooth è 4.1.

Oggi, come dicevo, ci sono diverse varianti di Fire Stick (lite, full HD e 4K), ma tutte presentano un SoC MT8695D con CPU dalla frequenza di 1,7GHz e GPU IMG GE8300. Hardware, questo, leggermente migliorato dunque per una maggior fluidità nella riproduzione audio-video, ma di fatto sempre molto economico. Questo perché lo scopo per cui è pensata la Fire Stick è la riproduzione di filmati e poco più.

Il Mi TV Stick è dotato, invece, di un processore Amlogic S905 Y2 quad-core, GPU Mali 450, 1 GB di RAM e 8 GB di spazio di archiviazione. Come il prodotto di Amazon, è anche dual band e ha lo stesso standard, quindi è compatibile con le reti a 2,4 e 5,0 GHZ. Il Bluetooth è 4.2.

Come avrai notato dalle specifiche sopra, entrambi i prodotti hanno una configurazione molto simile e dovrebbero offrire, in pratica, le stesse prestazioni per la maggior parte delle attività. Tuttavia, su questo aspetto, diamo un leggero vantaggio al prodotto Xiaomi, che utilizza un processore leggermente più recente, sebbene il sistema operativo Android tv versione 9.0 sia più pesante da gestire, per quanto più pesante.

Sistema operativo: il firmware

Il sistema operativo implementato su Fire TV Stick di Amazon si chiama Fire OS, che è basato su Android e viene fornito con i principali servizi dell’azienda come Prime Video o Prime Music. Nonostante sia basato su Android, il sistema sviluppato da Amazon non viene fornito con il Play Store installato, ma puoi comunque ottenere alcune app extra dallo stesso Amazon Store.

Nonostante il punto appena menzionato, vale la pena ricordare che questo dongle di Amazon è anche compatibile con alcuni servizi dei suoi concorrenti come Netflix e Spotify. In Italia, su Amazon, sono presenti diverse versioni di Fire Stick TV e tutte, oggi, prevedono il supporto dei comandi vocali. Per quanto riguarda il mirroring di altri dispositivi sulla TV, la Fire Stick TV dispone della soluzione Miracast, che nonostante funzioni bene, può essere limitata per determinate applicazioni e dispositivi.

La Mi Stick Tv sta scommettendo su un sistema leggermente più tradizionale e meno modificato, ovvero Android TV nella versione 9.0, il medesimo presente su alcune smart TV, tra le quali sicuramente le Sony, le Philips oppure, chiaramente, le Xiaomi. In generale, la sua interfaccia ricorda in qualche modo quella di Fire OS, tuttavia il sistema è un po’ più completo e personalizzabile. Anche l’interfaccia è molto pulita e bella: puoi avere un accesso più facile ai contenuti principali dei tuoi servizi già configurati nella schermata iniziale.

A differenza del prodotto Amazon, inoltre, Mi Stick TV arriva anche con i principali servizi Google già preinstallati, tra cui Google Play. Pertanto, la sua raccolta di applicazioni finisce per essere più ampia di quella del suo concorrente. Oltre all’hardware leggermente più moderno, Mi Stick TV ha già il supporto per Google Assistant e, ovviamente, quello per i comandi vocali in italiano.

Infine, lo Xiaomi Stick dispone anche di un “Chromecast integrato” nel suo sistema, che è abbastanza utile. Grazie ad esso, ad esempio, puoi riprodurre in streaming i contenuti che vengono riprodotti sul tuo cellulare o computer sul televisore, il tutto in modalità wireless.

In termini di sistema, la vittoria è da attribuire ancora una volta alla Mi Stick TV di Xiaomi. Sebbene entrambi i prodotti svolgano praticamente le stesse funzioni, è innegabile che avere i servizi Google e un Chromecast integrato siano punti che possono fare la differenza in una scelta quando si tratta di risorse.

Bisogna sottolineare, tuttavia, come la Fire Stick sia limitata, ma ben ottimizzata e fluida in ogni occasione. La tv stick di Xiaomi è decisamente più completa, molto più completa e con il Chromecast integrato, ma meno dinamica tra le schermate o nei comandi vocali.

Consiglierei, dunque, la Xiaomi Mi Tv Stick in senso assoluto oppure a chi cerca un dispositivo più completo ed evoluto (dove installare facilmente di tutto: non solo le solite app preinstallate come Netflix e simili, ma anche molte altre).

Proporrei l’Amazon Fire Stick, invece, a chi cerca un dispositivo che fa poche cose, ma bene: quindi soprattutto per Netflix, Prime Video e app similari.

Prezzi e disponibilità

Lo Xiaomi Mi TV Stick è stato lanciato ufficialmente in Italia tra luglio ed agosto 2020. Ha un costo di circa 35 euro su Gearbest, sito affidabile per queste cose, dov’è possibile risparmiare qualcosina.

In questo momento (21/10/2020) puoi usare il coupon MITVSTICKEU per risparmiare circa 2 euro aggiuntivi.

L’Amazon Fire Stick TV, invece, è stata lanciata ufficialmente nel 2016 (se non ricordo male). Attualmente sono presenti sul mercato 3 versioni aggiornate che costano rispettivamente 29, 39 e 59 euro.

Conclusione

Chiunque cerchi una soluzione economica per poter aggiungere funzioni “smart” ai propri televisori convenzionali finisce per trovare una buona soluzione in questi due prodotti. Nonostante abbia prestazioni molto simili al concorrente, il dispositivo Xiaomi finisce per essere un po’ più interessante per portare hardware e funzioni più moderni.

Non solo, il fatto che abbia i principali servizi Google e anche un Chromecast integrato può fare la differenza nella scelta.

Giovan Giuseppe Ferrandino

Gio Ferrandino, trentacinquenne sempre immerso in frenetici e costanti impegni, spesso attirato in un vortice tecnologico che parte dal PC e si conclude al fidato telefonino Android. Esperto di SEO (lavoro iniziato dieci anni fa), Tuttoapp-android.com è solo una delle sue creazioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button