Recensione Xiaomi Mi Pad 4: tablet da 8″ a 200 euro

recensione-xiaomi-mi-pad-4-copertina

Recensione Xiaomi Mi Pad 4: finalmente una svolta!

Dopo più di un anno dal lancio dello Xiaomi Mi Pad 3, la casa cinese ci riprova con il suo nuovo tablet: Xiaomi Mi Pad 4.

Il nuovo tablet di casa Xiaomi ha finalmente subito un upgrade importante sul versante hardware, l’aggiunta di una variante con LTE e una versione più “grande” (finalmente) da ben 10 pollici.

Al giorno di oggi, in un mercato dominato da smartphone dai display molto ampi, sinceramente non so quanto possa servire un tablet da 8 pollici.

Però, magari, un tablet del genere può essere usato comodamente in mobilità per leggere ebook, per vedere serie televisive o film, giocare o semplicemente per navigare.

Andiamo a scoprire questo nuovo tablet nella nostra personalissima recensione Xiaomi Mi Pad 4.

 

Xiaomi Mi Pad 4: una evoluzione dopo tre generazioni!

recensione-xiaomi-mi-pad-4

P.S.: la variante da noi testata è la versione dello Xiaomi Mi Pad 4 da 8 pollici, con 4 Gb di memoria RAM e 64Gb di storage, senza modulo LTE e con ROM china stabile in lingua inglese.

Al fine di agevolarvi la lettura della recensione Xiaomi Mi Pad 4, abbiamo pensato di creare un menu con dei collegamenti alle varie sezioni.

Scheda tecnica

SCHEDA TECNICA XIAOMI MI PAD 4
Display 8 pollici, ratio 16:10, 1200*1920 pixels
Processore Qualcomm Snapdragon 660
Scheda video Adreno 512
RAM+STORAGE 3/4+32/64GB+MicroSD
Fotocamere Fotocamera Posteriore: 13 megapixel

Fotocamera Anteriore: 5 megapixel

Sensori Accelerometer, gyro, proximity, compass
Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot, Bluetooth 5.0, A2DP, LE, Type-C
Batteria 6.000 mAh
Sistema operativo Android 8.1 Oreo + MIUI 9

 

Confezione

Cominciamo la nostra recensione Xiaomi Mi Pad 4 con il contenuto della confezione di vendita.

Il box di vendita è realizzato in cartone di colore bianco, con impresso sul fronte il numero “4” e sul retro, invece, sono riportate le caratteristiche tecniche.

Appena apriamo la confezione troviamo subito il tablet, mentre al di sotto di questo troviamo un piccolo cartoncino con al suo interno un brevissimo manuale di istruzioni (in lingua cinese).

Nel cartoncino troviamo anche la spilletta per rimuovere il carrellino per lo slot della microSD e per l’inserimento della SIM per la navigazione internet.

Vi ricordiamo che dello Xiaomi Mi Pad 4 sono presenti 2 versioni, versione solo WiFi e versione WiFi+LTE.

Infine, in confezione è presente un cavo di ricarica della tipologia Type-C e un caricatore, con presa cinese, con uscita 5V – 2.0A.

 

Design e materiali

Per quanto concerne il design di questo Xiaomi Mi Pad 4 possiamo dire che riprende a grandi linee le versioni precedente, ma grazie alla nuova ratio display si presenta con degli angoli più stondati.

Riguardo i materiali di realizzo abbiamo vetro per la parte frontale e alluminio di ottima qualità per il case, con una banda in platica morbida nera sulla parte superiore, presumilmente all’altezza delle antenne.

Sulla lato destro abbiamo il tasto di accensione e il bilanciere del volume, mentre sulla parte sinistra abbiamo solo lo slot per l’espansione di memoria ed eventualmente, nella variante ad hoc, anche lo slot per la nano sim.

Display

Rispetto ai precendenti modelli, sul nuovo Xiaomi Mi Pad 4 cambia la ratio display: infatti si passa da display in 4:3 a display i 16:10.

Ciò siginifica un display più stretto e leggermente più lungo, un pò come i nuovi smartphone con display in 16:9.

Questo “nuovo” display consente una usabilità migliore, nonchè una maggior ottimizzazione delle cornici e degli spazi in generale.

Il pannello adoperato per questo Xiaomi Mi Pad 4 è un display di tipo IPS con risoluzione 1200*1920 pixels, una sorta di FullHD+.

Per quanto concerne la luminosità vi è da dire che è ottima in qualunque condizione, così come lo sono gli angoli di visuale e la taratura dei colori.

Molto buono anche il sensore di luminosità che lavora bene, senza perdere un colpo.

recensione-xiaomi-mi-pad-4-ratio

Hardware

Eccoci giunti alla sezione più importante della nostra recensione Xiaomi Mi Pad 4.

Per la prima volta in quattro generazioni di tablet (e oserei dire finalmente), Xiaomi ha finalmente deciso di utilizzare un processore Qualcomm.

Vi ricordiamo che nei precedenti modelli erano stati utilizzati processori Nvida Tegra K1, Intel Atom X5-Z8500 e Mediatek MT8176.

E per essere precisi Xiaomi ha deciso di utilizzare la migliore CPU Qualcomm attualmente in commercio: lo Snapdragon 660.

Lo Snapdragon 660 lavora come un processore della serie 8xx, quindi potenza e velocità incredibili in qualunque operazione, ma con dei consumi molto ridotti.

Ad affiancare la CPU Qualcomm troviamo una GPU Adreno 512, 3/4Gb di memoria RAM e 32/64Gb di storage espandibile mediante scheda di memoria di tipo MicroSD.

Il tablet, durante i nostri consueti test, si è mostrato sempre performante, anche con applicazioni e giochi molto pesanti e non abbiamo mai riscontrato riscaldamenti di alcun genere.

Software

Per quanto concerne invece il lato software troviamo a bordo la MIUI 9 in versione China Stabile, solo lingua inglese e cinese.

Dovrete installare il Google Play Store manualmente e a breve lo Xiaomi Mi Pad 4 riceverà anche la nuova MIUI 10.

La base Android è Android 8.1 Oreo con patch di sicurezza aggiornate a luglio 2018.

La MIUI è sempre una sicurezza, a mio modo di vederla e utilizzarla, ricca di funzione e molto personalizzabile.

 

Fotocamera

Il nuovo Xiaomi Mi Pad 4 subisce un piccolo upgrade anche nella fotocamera posteriore.

Infatti, su questo modello troviamo una camera da 13 megapixel con apertura focale f/2.0, modalità panorama, HDR e registrazione video FullHD a 30 fps.

La fotocamera anteriore resta una unità da 5 megapixel.

Personalmente, a bordo di un qualsivoglia tablet, non considero quasi mai la qualità delle fotocamere in quanto non sono molto utilizzate, ma su questo dispositivo mi sono ricreduto in quanto la fotocamera posteriore riesce a scattare delle foto molto buone in quasi tutte le circostanze.

Ovviamente, in casi di totale assenza di luce, le foto verranno o buie o molto rumorose in quanto non è presente neanche il flash.

 

Connettività

Sul versante connettività abbiamo:

  • Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, Wi-Fi Direct, hotspot;
  • Bluetooth 5.0, A2DP, LE;
  • Type-C;
  • GPS solo nella variante LTE;
  • Modem LTE solo nella variante WiFi+LTE.

Come potete vedere abbiamo connettività di ultima generazione a bordo dello Xiaomi Mi PAd 4, il che vi consentirà di poter sfruttare al massimo il dispositivo in qualunque circostanza.

Invece, per quanto riguarda i sensori abbiamo: accelerometero, giroscopio, prossimità, compasso e sensore di luminosità.

Unica pecca è l’assenza del sensore per la lettura delle impronte digitali e la mancanza della banda 20 nella variante LTE.

 

Autonomia

Xiaomi Mi Pad 4 è alimentato da una batteria da ben 6.000mAh che, rispetto ai precedenti modelli, potrebbe sembrare a primo acchitto un downgrade.

Così, però, non è in quanto grazie alla CPU Qualcomm (lo Snapdragon 660), alla MIUI e al grande lavoro di ottimizzazione svolto da Xiaomi, il tablet riesce a coprire circa due giornate di utilizzo intenso, o tre/quattro giorni con uso casalingo (o meglio da divano).

Lo Xiaomi Mi Pad 4 supporta inoltre la tecnologia di ricarica rapida Qualcom Quick Charge 3.0 che vi consentirà di ricaricare il vostro dispositivo in un circa tre ore e mezza.

 

Considerazioni finali

Vogliamo concludere la nostra recensione Xiaomi Mi Pad 4 con le nostre personalissime considerazioni.

Xiaomi questa volta ci ha stupiti, in positivo ovviamente, in quanto ha finalmente adoperato CPU Qualcomm, re-introdotto la espansione di memoria e prodotto una variante con modulo LTE.

Il tablet è pressochè perfetto per qualunque utilizzo.

Unici nei potrebbero risultare la mancanza del sensore per la lettura delle impronte digitali e la assenza della banda 20 nella variante LTE.

Acquisto consigliatissimo a chi cerca un tablet potente, dalle dimensioni contenute e dal costo veramente basso.

Ideale da portare in giro, da usare come lettore e-book, per lavorarci, per giocarci, navigare e vedere i vostri film e serie televisive preferite.

 

Xiaomi Mi Pad 4 è attualmente disponibile all’acquisto su Gearbest e Banggood ad un prezzo che oscilla tra i 175 e i 330 in base alla versione desiderata (3/32 WiFi, 4/64 WiFi, 4/64 WiFi+LTE oppure la variante Plus da 10 pollici 4/64 WiFi+LTE) e, ovviamente, potete risparmiare qualcosa con i coupon dedicati che potrete trovare sul nostro canale Telegram.

Se avete dubbi o domande su questo fantastico prodotto vi consigliamo di scriverle nei commenti in modo tale da potervi rispondere in maniera tempestiva e fugare qualunque vostro dubbio.

Se invece siete ancora indecisi sul modello di tablet da acquistare vi consigliamo di dare una lettura alle nostre guide sui:

Recensione Xiaomi Mi Pad 4: tablet da 8″ a 200 euro ultima modifica: 2018-09-03T14:20:21+00:00 da Alberto Gioia

migliori servizi AndroidMigliori rubriche e servizi offerti da Tuttoapp-android:
A) Pubblicizzare applicazioni in maniera professionale ed efficiente;
B) Migliori smartphone Android (con prezzi aggiornati ogni 5 ore);
C) Migliori tablet Android.

2 Responses

  1. Claudio ha detto:

    Ciao, ho comprato la variante LTE, convinto che potesse telefonare, secondo voi è possibile che con un upgrade questo possa avvenire? Grazie

    • Alberto ha detto:

      Ciao, sono l’autore della recensione. Mi dispiace informarti che il tablet è abilitato solo per la navigazione, non ha modulo telefonico, e dubito che sblocchino questa funzione con un aggiornamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.