Pagamenti nfc con Android: come pagare tramite smartphone

Come effettuare pagamenti nfc con Android

Da un po’ di tempo sono stati introdotti i pagamenti nfc con Android, un metodo semplice e veloce per compiere acquisti nei negozi fisici. Google ha stabilito di introdurre questo metodo di pagamento proprio per favorire le transizioni ed evitare l’utilizzo del bancomat o della carta di credito.

Hai mai effettuato pagamenti nfc con Android? In questo articolo ti spiegheremo passo per passo come effettuare un acquisto tramite smartphone e con quali device potrai sfruttare questo sistema innovativo, semplice e comodo.

 

Come effettuare pagamenti nfc con Android?

 

Innanzitutto dovrai verificare che il tuo smartphone abbia la funzionalità NFC. Per farlo basterà andare sulle impostazioni del device e cercare la voce “NFC e pagamento“, qualora non fosse presente non potrai utilizzare la suddetta guida.

Se invece il tuo smartphone possiede questa funzionalità (tra l’altro ottima alternativa ad Android Pay), allora il passo successivo è quello di installare un’applicazione che ti permetta di effettuare i pagamenti nfc con Android.

 

Applicazioni per eseguire pagamenti nfc con Android

 

Il primo passo che dovrai compiere è quello di scaricare una delle applicazioni che ti permettono di pagare tramite smartphone. La più comune è certamente Google Wallet

Google Wallet
Google Wallet
Developer: Google LLC
Price: Free
o accedere tramite sito web oppure, ancora, valutare altre app come:

  • Satispay;
  • Jiffy;
  • Solo;
  • 2pay;

Tutte le applicazioni funzionano quasi alla stessa maniera: una volta scaricata l’app ed ottenuto l’accesso, dovrai registrare la carta di credito o debito con la quale effettuerai il pagamento.

In fase di registrazione andranno inseriti i dati bancari essenziali per effettuare pagamenti nfc con Android.

 

Occhio al pagamento

 

Ovviamente, essendo una forma di pagamento abbastanza veloce e comoda, dovrai fare attenzione all’importo che il commesso vorrà addebitare. Quindi, prima di passare il tuo smartphone sul POS contactless, verifica che il titolare o l’addetto alla vendita al negozio abbia inserito l’importo corretto.

Per poter pagare, basterà avvicinare lo smartphone al POS e, una volta terminata l’operazione (sul display comparirà l’OK), potrai riprendere il tuo dispositivo mobile.

Chiaramente è necessario che anche il commerciante  disponga del POS contactless idoneo alla tecnologia NFC.

Pagamenti nfc con Android tramite contactless

Pagamenti nfc con Android: quali banche lo permettono

 

Con il passare degli anni, sempre più banche hanno iniziato a prendere parte del circuito per consentire a tutti di poter pagare con nfc. Tra le carte di credito o prepagate, troviamo i circuiti più utilizzati e famosi: MasterCard e Visa.

Ottime notizie nel caso in cui utilizzassi carte di credito della Banca Mediolanum o Intesa Sanpaolo. Infatti, per esse l’operatore telefonico del gruppo Telecom Italia la scorsa estate ha rilasciato TIM Wallet per Android

TIM Wallet
TIM Wallet
Developer: TelecomItalia
Price: Free
.

Un’altra applicazione a disposizione è Vodafone Wallet per Android 

Vodafone Wallet
Vodafone Wallet
Developer: Vodafone
Price: Free
 molto simile alla precedente app presentata e rilasciata da TIM, con la differenza che in essa hai la possibilità di associare la carta prepagata Smart Pass e una buona parte di fidelity card.

PosteMobile non poteva certamente restare fuori dai giochi, così anch’essa ha realizzato un’applicazione che consente di compiere pagamenti nfc con Android. L’app in questione è compatibile con la maggior parte di carte di pagamento appartenenti al gruppo BancoPosta ed ovviamente PostePay.

Ti ricordiamo che così come vale per le carte di credito anche con i pagamenti nfc con Android per importi pari o inferiori a 25 euro non è necessario inserire il PIN. Inoltre la transazione è completamente gratuita, per qualsiasi dubbio o perplessità puoi lasciare un commento e ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

 

Quali i principali usi pratici dei pagamenti NFC con Android?

 

Sicuramente i pagamenti NFC vanno un po’ controcorrente: se il mondo dei consumatori, infatti, si orienta sempre più verso gli ecommerce, la possibilità di sfruttare il proprio smartphone nei negozi fisici vuole essere un modo per velocizzare gli acquisti tradizionali.

I pagamenti NFC sono molto comodi, dunque, soprattutto quando ci ritroviamo fisicamente a fare la spesa e garantiscono un’ottima sicurezza, anche per il semplice fatto che ci sono limitazioni circa l’importo che si può pagare tramite questa tecnologia.

E tu, cosa ne pensi?

Pagamenti nfc con Android: come pagare tramite smartphone ultima modifica: 2017-03-08T20:22:37+00:00 da Danilo Aurilio

migliori servizi AndroidMigliori rubriche e servizi offerti da Tuttoapp-android:
A) Pubblicizzare applicazioni in maniera professionale ed efficiente;
B) Migliori smartphone Android (con prezzi aggiornati ogni 5 ore);
C) Migliori tablet Android.
  • Pingback: Carta Hype: la prepagata che non c'era - Tuttoapp-android()

  • Anto

    In realtà per i pagamenti da smartphone io trovo molto utile hype. Prima di tutto la carta prepagata che ti danno ha un iban, e poi non ha nessun costo. Per me è davvero una figata.
    Dateci un’occhiata http://www.hype.it

  • Giuseppe Visciano

    ma posso usare uno di queste app senza iban che non possiedo? perche’ ììsatispay” mi chiede l’iban grazie

  • Mr Max

    Le altre app come:
    Satispay;
    Jiffy;
    Solo;
    2pay;
    mi permettono di fare la stessa cosa di google wallet? cioè una volta scaricata l’app di poter inserire una mia carta e pagare in nfc?

    • giorgio

      In realtà tutte quelle che hai elencato permettono di effettuare l’associazione della carta come su Google Wallet. L’unica incertezza è sull’app “Solo”.

      • Mr Max

        Quindi le app da voi elencate tranne “Solo” mi permettono di pagare tramite nfc con il mio smartphone? dal sito non leggevo tale funzione per questo avevo chiesto

        • RockNGo

          No, assolutamente no. Sono app che sfruttano i pagamenti mobile, ad esempio per Satispay devi registrarti mandando carta di identità ed associare il tuo IBAN. Una volta attivato quando devi pagare selezioni il negozio e digiti l’importo, il negoziante apre la sua app ed accetta il pagamento. Più macchinoso di un pagamento contactless ed inoltre con satispay hai un budget settimanale, se lo finisci nn puoi usarlo. Senza considerare che pochi negozi accettano questi pagamenti appunto perchè non sfruttano il POS.
          L’unico che funziona bene come NFC è il Vodafone Wallet che su Android è perfetto.

          • Mr Max

            Salve
            visto che si parlata di pagamenti nfc credevo che le app da voi elencate eseguivano sempre pagamenti nfc, si conosco Vodafone Wallet, ma dovrei utilizzare anche una sim nfc sempre vodafone, ma non è il mio gestore.

  • Mr Max

    Ciao
    Si può aggiungere facilmente una carta italiana anche se non c’è italia come paese?

    • Danilo

      Ciao,
      Tutto è in base all’applicazione che utilizzi, generalmente le carte italiane sono ammesse, l’importante è inserire i dati anagrafici corretti del carta e del titolare.
      Grazie per averci scritto.

Shares