News

Google I/O Keynote 2021: le novità presentate

Anche quest’anno Google presenta le novità riguardanti il mondo di sviluppo Android e non solo. Riassumiamo le novità principali introdotte nelle diverse parti del Google Keynote I/O 2021.

Novità nello sviluppo di Android

Il primo punto cruciale trattato è sicuramente Android 12, che introduce un nuovo design con maggior ottimizzazione e personalizzazione con tante nuove features.

Sono introdotte nuove animazioni di apertura delle app e si diversifica lo stile dei widgets con un design più simile alla controparte iOS.

Per quanto riguarda la programmazione e il mondo degli sviluppatori, sono stati presentati nuovi strumenti di sviluppo all’interno di Android Studio e si è parlato anche delle librerie Jetpack, con le quali è possibile sviluppare applicazioni per Android più ottimizzate per essere utilizzate in schermi di grandezza diversi, pensate ad esempio per gli schermi dei dispositivi foldable.

Sono state introdotte anche ulteriori novità per i developers: nuove scorciatoie da integrare nelle app in Google Assistant e integrazione delle API grafiche Jetpack all’interno di WearOS.

Queste nuove librerie portano anche ad un’ottimizzazione lato browser, con una particolare attenzione al miglioramento delle prestazioni nelle pagine web e supporto a web app native come ad esempio il social TikTok.

Altra notizia interessante è la presentazione della nuova app Flutter 2.2, che attraverso il suo framework, permette una programmazione agile in sistemi operativi diversi.

Come ultimi argomenti trattati nella prima parte dei Developer Keynote sono stati l’introduzione del Machine Learning ottimizzato nelle app Google, attraverso le librerie di Tensor Flow, che sono state estese anche alla gestione dei microcontrollori. Per finire è stato presentato Vertex AI per la gestione dei modelli.

Novità di Android 12

Tra le prime novità introdotte in Android 12 troviamo un nuovo formato immagine: AVIF, il quale fornisce qualità dei dettagli superiore alle immagini JPEG ma occupando meno spazio su disco. Inoltre da adesso sarà possibile specificare all’interno del file manifesto delle app quali formati immagine supportare.

Passando alle novità lato Privacy, sono stati introdotti dei cambiamenti nei permessi alle app. Per quanto riguarda la posizione, è ora possibile decidere se fornire ad una determinata app la propria posizione esatta o fittizia. E’ stato implementato inoltre un cambiamento alla clipboard per il quale adesso sarà possibile visualizzare quale applicazione sta facendo uso degli appunti, attraverso ad una notifica toast.

Altra grande novità introdotta dalle nuove API è la possibilità di gestire un pattern di vibrazione partendo da un suono, portando un feeling simile ad un joystick.

Tuttavia, per la lista dettagliata di novità portate all’interno di Android 12, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato.

Novità di Google Play Store

Nella terza parte della diretta invece, sono state introdotte le principali novità per quanto riguarda Google Play Store.

Anche Google SDK console ha preso parte alla conferenza, il quale continua a portare nuovi aggiornamenti e a crescere costantemente in funzionalità.

Per quanto riguarda il development di applicazioni Android ottimizzate, è stato introdotto un nuovo formato di distribuzione, il “.aab“, con una riduzione dello spazio occupabile sul disco del 15%, oltre che a portare maggior sicurezza. Il formato diventerà obbligatorio dal 1 Agosto.

Altra novità introdotta è la creazione di tools appositi per permettere ai developer di comprendere e analizzare le performance della propria applicazione.

Sono state portate anche nuove metodologie di pagamento per più di 70 paesi nel mondo. Da ora in poi gli acquisti in-app supporteranno transazioni multiple direttamente dal carrello.

Conclusioni

Sono sicuramente molto interessanti le novità esposte dalla casa Google, e cresce la curiosità nel provare tutti questi cambiamenti con Android 12.

Ci saremmo aspettati anche la presentazione di nuovi dispositivi Google; tuttavia, da questo evento, l’azienda di Mountain View dimostra un impegno costante per supportare il sistema operativo, con un’attenzione particolare agli sviluppatori di app.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button