Recensione UMIDIGI Z1 Pro: nuovo top di gamma UMI

Recensione Umidigi Z1 proLa nota azienda cinese UMIDIGI, meglio conosciuta come UMI (brand precedente dell’azienda),  quest’anno ha portato sul mercato uno smartphone davvero interessante e con una scheda tecnica molto fornita: lo Umidigi Z1 Pro che, anche per design, vuole competere con smartphone ben più blasonati.

Infatti, se molti telefoni cinesi sembrano uno la copia dell’altro, lo Z1 pro è veramente bello ed elegante, anche nella colorazione rossa che dona originalità senza trascendere nel pacchiano.

In questa recensione dello UMIDIGI Z1 Pro ti parlerò, quindi, di uno smartphone di fascia medio-alta dall’ottimo rapporto qualità/prezzo che si propone con prepotenza anche all’attenzione degli utenti europei grazie alla visibilità acquisita dal brand cinese su Amazon.

 

Recensione UMIDIGI Z1 Pro

 

Come abbiamo visto nelle recensioni di altri device dell’azienda come UMI Plus e UMI Diamond, sappiamo bene quanto la qualità degli smartphone UMIDIGI sia più che buona, anzi quasi sorprendente in alcuni casi.

Vediamo insieme, allora, come si comporta nel concreto lo UMIDIGI Z1 Pro con un’analisi nel dettaglio di tutte le caratteristiche e funzionalità di questo ottimo device venduto intorno ai 300 euro.

Il contenuto sarà organizzato nei seguenti paragrafi:

Confezione ed unboxing

 

La scatola è elegantissima con un’apertura a scrigno che ricorda molto quella dello Xiaomi Mi Mix già recensito dalla nostra redazione. Ogni dettaglio è curatissimo e la presentazione è veramente da smartphone top di gamma.

Prima di proseguire con la recensione dello UMIDIGI Z1 Pro vediamo, pertanto, nel dettaglio cosa è contenuto all’interno della confezione di vendita ed alcune foto.

  • UMIDIGI Z1 Pro
  • Alimentatore
  • Cavo USB
  • Cover la cui presenza è molto gradita per quanto si tratti di una custodia in silicone trasparente di fattura scadente.
  • Manuale rapido in inglese
  • Graffetta apertura slot scheda SIM

All’interno non sono purtroppo presenti gli auricolari. A tal proposito ti invito a leggere la nostra guida all’acquisito sui migliori auricolari oppure quelle sulle migliori cuffie.

 

Scheda Tecnica UMIDIGI Z1 PRO

 

SCHEDA TECNICA UMIDIGI Z1 PRO
Modello Z1 PRO
Peso articolo 148 g
Dimensioni prodotto 75.1 x 154.4 x 6.95 mm
Soc MediaTek Helio P20 (MT6757)
Processore grafico ARM Mali-T880 MP2, 900 MHz
Memoria RAM 6 GB, 1600 MHz
Capacità memoria digitale – ROM 64 GB
Sistema operativo Android 7.0 Nougat
Velocità processore 4x 2.3 GHz ARM Cortex-A53, 4x 1.6 GHz ARM Cortex-A53, Numero di core: 8
Fotocamera 13 MP, 4224 x 3168 pixel, 3840 x 2160 pixel, 30 fps
Tipo di sim Nano-SIM, Nano-SIM / microSD
Display 5.5″, AMOLED, 1080 x 1920 pixel, 24 bit
Batteria 4000 mA·h, Li-Polymer (litio-ione-polimero)
Wifi a, b, g, n, n 5GHz, Dual band, Wi-Fi Hotspot, Wi-Fi Direct, Wi-Fi Display
USB 2.0, USB Type-C
Localizzazione GPS, A-GPS, GLONASS
Tecnologia cellulari GPRS / EDGE / UMTS / HSPA+ / LTE cat.6
Bluetooth 4.1

 

Design e materiali

 

Come ho già detto, ho optato per lo Umi Z1 PRO nella colorazione rossa per questi test così da offrire visibilità ad uno smartphone molto originale.

Lo Z1 PRO ha la scocca in metallo “unibody”, materiale che lo rende elegante e premium. Sul retro del device, in alto ed in basso, sono evidenti due bande nere in plastica al di sotto delle quali sono presenti le antenne; in alto a sinistra, è presente la doppia fotocamera con il flash.

Lo UMIDIGI Z1 Pro è molto piacevole da tenere in mano: rispetto ad altri UMI (penso ad UMI Plus ed UMI Plus E) risulta molto leggero seppur si tratti di un telefono con display da 5.5 pollici. Pesa, infatti, solo 148 grammi. Un solo neo: come tanti smartphone di questa fattura, è leggermente scivoloso.

Il design ricorda vagamente quello di iPhone 7 Plus o di One Plus 5. Un voto sicuramente positivo, con una piccola pecca, almeno nel mio esemplare: il tasto di accensione ed il bilanciere del volume non sono ben fissati ma si muovono provocando anche un rumore sgradevole. Brutto feel francamente e non posso credere che sia voluto.

 

 

Hardware e prestazioni

 

Sotto la scocca in alluminio di questo smartphone è presente un processore MediaTek Helio P20 octacore 2.3 GHz che riesce a garantire allo smartphone prestazioni elevate senza alcun particolare impuntamento o lag durante l’utilizzo quotidiano.

La grande velocità e fluidità dell’UMIDIGI Z1 Pro è dovuta anche ai 6 GB di memoria RAM che permettono un ottimo multitasking. Le app sono molto veloci all’apertura e i giochi girano molto bene per quanto si tratti di uno smartphone con SoC MediaTek.

Potrai installare un gran numero di app, fare video, foto e molto altro senza preoccuparti dello spazio di archiviazione grazie ai 64 GB di memoria interna espandibili fino a 256 GB.

Sul tasto home è presente il sensore di impronte digitali veramente fulmineo, anche rispetto ad altri smartphone cinesi appartenenti alla stessa fascia di prezzo e testati di recente (penso, ad esempio, al Vernee Apollo che è ancora scadente pure dopo l’aggiornamento del 22 luglio). Inoltre, preferisco avere un unico tasto home frontale piuttosto che uno posteriore scomodo.

Il display, come già detto, è un  5,5 pollici di tipo Amoled, con vetro Gorilla Glass 4 e risoluzione FullHD.

I colori appaiono molto saturi, “sparati” e poco fedeli alla realtà. Ma questo accade un po’ con tutti i display di tipo amoled e, se personalmente preferisco gli IPS, molti smartphone hanno avuto successo proprio con gli amoled (tanti Samsung, Honor, Lenovo preferiscono questa soluzione).

 

Software

 

Il software è basato su Android 7.0 ed è stato aggiornato l’ultima volta nel giorno 21 luglio 2017.

L’interfaccia è quella classica dei telefoni con processore Mediatek che non amo particolarmente, anche perché, dopo aver provato tanti smartphone, è come se non avvertissi mai un reale cambiamento.

Da sottolineare, tuttavia, la presenza di alcune feature interessanti:

  • Eyrebrow mode: grazie a questa opzione potremo filtrare la luce blu ed, eventualmente, scegliere la modalità più adatta alle nostre esigenze in un determinato momento tra 4 opzioni. La modalità notturna riduce la luminosità. Quella all’aperto propone un colore verde ideale per gli occhi. La modalità sleep un rosso che concilia col sonno.
  • Bottoni per scegliere tra tasti fisici o softkeys.
  • DuraSpeed pensata per la gestione delle applicazioni in background.
  • Programmazione dell’accensione e dello spegnimento come in quasi tutti gli smartphone cinesi.

Insomma niente di particolarmente sorprendente e nuovo, soprattutto per chi ha provato tanti telefoni cinesi con firmware basato su Android 7. Ma il risultato nel complesso non è malvagio, anche con icone graficamente curate.

I tile nel menù di impostazioni veloci possono essere modificati in maniera abbastanza dinamica e flessibile.

La tastiera Swiftkey, per me irrinunciabile, non è perfettamente compatibile.

Applicazioni preinstallate

Le applicazioni preinstallate sono veramente pochissime. Basti pensare che, per quanto il telefono sia perfettamente compatibile col mercato italiano ed offra Play Store ed altre app di Google, non ha Youtube, Google Drive ed altre app cui siamo ormai abituati.

Meglio così: da questo punto di visto è perfettamente adattabile alle proprie esigenze.

 

Fotocamera

 

Il comparto multimediale dello Z1 Pro è caratterizzato da una doppia fotocamera posteriore con due moduli, rispettivamente, da 13 e 5MP. La fotocamera anteriore è, invece, da 5MP.

La doppia fotocamera ha fatto registrare netti passi in avanti rispetto a quella che avevo provato su Umi Plus di recente.

In realtà, tra i vari smartphone Umidigi che ho provato, ho registrato un netto miglioramento col passare del tempo: la camera dello Umi Super era quasi imbarazzante, quella del Plus sufficiente e questa montata sullo Z1 Pro è ottima in condizioni di buona luce.

In condizioni di luce scarsa, la situazione peggiora, ma non è pesante come in passato. Francamente lo Xiaomi Mi Mix, molto più pubblicizzato, mi sembrava offrire risultati analoghi.

Carino l’effetto Bokeh, mutuato dal gergo fotografico. Il termine indica una “sfocatura” dello sfondo nel quale il soggetto fotografato si inserisce.
In parole povere, grazie alla doppia fotocamera, si riesce a mettere a fuoco solo il soggetto in primo piano con un effetto sfocato di quanto vi è in secondo piano.

Di seguito alcune foto scattate dentro e fuori casa, in condizioni di ottima luce.

 

Autonomia

 

L’autonomia è, da sempre, un punto forte per questi smartphone UMI. Per quanto i processori Mediatek tendano un po’ a scaldare, la resa nel complesso è ottimale tanto che si riesce ad arrivare, senza particolari problemi alle 6 ore di schermo attivo.

La batteria è da 4.000 mAh e si ricarica in circa un’ora e mezza. Mettendolo in ricarica per 10 minuti, si ha un incremento del 10%.

 

Audio

 

Lo speaker (mono) è collocato in basso a destra ed offre un ottimo volume che, solo se portato al massimo, tende a distorcere un po’.

Nel complesso più che sufficiente il mio giudizio sotto questo punto di vista, anche se avrei preferito, ovviamente, uno speaker stereo.

 

Dove acquistare UMIDIGI Z1 Pro

 

Puoi acquistare lo Z1 Pro su Gearbest o su Amazon attraverso il badge di seguito.

 

 

Puoi acquistarlo in entrambi gli store. Sarai tu a scegliere se optare su un prezzo più basso (Gearbest) o se acquistarlo su Amazon con garanzia e consegna in pochi giorni.

Se desideri maggiori informazioni in merito leggi le nostre guide su come e perché acquistare da Gearbest o da Amazon.

 

In conclusione

 

In conclsuione posso chiaramente affermare che UMIDIGI Z1 Pro è probabilmente un ottimo smartphone android sotto i 300 euro, ma riterrei opportuna una sua collocazione negli smartphone da 250 euro.

Punti positivi sono il design, l’estetica, la spedizione Prime su Amazon, ma negativi sicuramente il tasto home ed il bilanciere del volume oltre all’incompatibilità riscontrata con la tastiera Swiftkey, per me vitale.

Buoni per un medio di gamma l’audio e la fotocamera, dove solitamente i brand cinesi fanno molto peggio.

Cosa ne pensi della recensione UMIDIGI Z1 Pro? Lo acquisterai? Faccelo sapere qui sotto nel box dei commenti!

Recensione UMIDIGI Z1 Pro: nuovo top di gamma UMI ultima modifica: 2017-07-28T14:40:37+00:00 da Giovan Giuseppe Ferrandino

migliori servizi AndroidMigliori rubriche e servizi offerti da Tuttoapp-android:
A) Pubblicizzare applicazioni in maniera professionale ed efficiente;
B) Migliori smartphone Android (con prezzi aggiornati ogni 5 ore);
C) Migliori tablet Android.

Giovan Giuseppe Ferrandino

GioFe86, trentenne sempre immerso in frenetici e costanti impegni, spesso attirato in un vortice tecnologico che parte dal PC e si conclude al fidato telefonino Android.
Esperto di app marketing da dieci anni, www.tuttoapp-android.com è solo una delle sue creazioni.

  • Christian Merlo

    Ciao, volevo chiederti un consiglio sull’acquisto di uno smartphone.
    Attualmente (si tratta del mio primi smartphone) ho un Asus Zenfone 2 ZE550ML, con cui mi sono trovato abbastanza bene tranne il fatto che l’ho dovuto mandare in assistenza due volte (dopo 6 mesi e dopo 18 mesi circa), in entrambi i casi per un problema alla batteria…
    Sono un po’ di giorni che sto sbattendo la testa su internet tra schede tecniche e negozi online per informarmi e fare una buona scelta…
    Mi sono dato un budget massimo di 330 euro, con la possibilità di arrivare a 350 se dovesse esserci qualcosa di davvero fenomenale come rapporto qualità prezzo… Ho visto che ci sono molti articoli cinesi di ottima qualità e buon rapporto qualità prezzo, ma non so bene su cosa orientarmi, ti dico le caratteristiche che ho cercato fin’ora magari riesci a darmi una dritta…
    – Schermo da 5.5 pollici in su, non mi interessa particolarmente la maneggevolezza con una mano
    – almeno 4gb di RAM e 64gb di memoria, eventualmente anche 32gb se c’è la possibilità di espanderla con micro-sd
    – batteria con una buona longevità… Dai 3000 mAh in su? Ma da quel che ho capito dipende anche dall’ottimizzazione del sistema operativo…
    – foto di buona qualità
    – ho letto peste e corna sui SoC Mediatek, sono così terribili tanto da escludere categoricamente gli smartphone che li utilizzano o si tratta di un’esagerazione?
    – Supporto della banda 20, ho visto che ci sono molti smartphone cinesi attrezzati
    – visto il precedente con lo Zenfone, per me è molto importante anche la garanzia e l’assistenza post-vendita in caso di problemi. Penso che a tal proposito Amazon sia impareggiabile, ma penso che siano affidabili anche i siti degli stessi produttori (tipo Honorbuy), o sbaglio?

    Queste più o meno sono le caratteristiche che ho cercato, ma leggendo un vostro articolo ho imparato che schede tecniche spettacolari non corrispondono necessariamente ad una “esperienza d’uso” altrettanto spettacolare e magari risulta inferiore rispetto ad altri articoli apparentemente meno validi…

    Ho scritto qui perché l’Umidigi Z1 Pro è una delle opzioni che stavo valutando, ma su Amazon è in vendita ad un prezzo decisamente più caro rispetto a quello da voi consigliato… Un altro che stavo valutando è lo Xiaomi Max 2, cosa ne pensate? Oppure se avete qualche altro suggerimento…

    Grazie per la pazienza, buona giornata
    Christian

  • Pingback: Scheda Tecnica UMIDIGI Z1 Pro - Tuttoapp-android()

  • Pingback: UMiDigi lancia lo smartphone Z1 Pro (offerta) - Tuttoapp-android()